16/04/2012

Guida in stato di ebbrezza: sospendere la patente non è sempre obbligatorio

Una sentenza del Giudice di Pace di Monopoli dà speranza a coloro che, sottoposti all'etilometro, sono risultati positivi.

Il Giudice di Pace ha infatti annullato un decreto del Prefetto che disponeva la sospensione della patente nel caso di guida in stato di ebbrezza. L'accertamento non superava 1,5 g/l.

Citando un precedente della Cassazione civile del 2010, il Giudice ha accolto il ricorso dell'automobilista, stabilendo che - sotto la soglia di 1,5 g/l - non è obbligatoria la sospensione di validità della patente applicata in via cautelare dal Prefetto.
La motivazione della decisione è articolata su diversi passaggi giuridici piuttosto interessanti ma 'per addetti ai lavori': il dato di rilievo per tutti è che - almeno sulla base dei poteri del Prefetto - la legge non impone sempre ed automaticamente all'autorità amministrativa di sospendere la patente di guida nei casi di guida in stato di ebbrezza di minore importanza.

Pertanto, il cittadino che ne abbia diritto e rientri nei parametri evidenziati, facendosi forza della 'coraggiosa' sentenza del Giudice di Pace di Monopoli (in allegato sotto alla presente news), può proporre ricorso avverso all'ordine prefettizio di sospensione della patente.

 
  • Parliamo chiaro

    Ogni nostra risposta utilizza un linguaggio semplice e comprensibile da tutti.
  • Privacy garantita

    Con Legalclick, i tuoi dati sensibili e le tue domande sono al sicuro.
     
  • Professionalità

    Grazie al nostro team di avvocati professionisti sai sempre a chi rivolgerti.